COS'E'  IL TEST DI PATERNITA' ?

Premesso che il corredo genetico di un individuo  per un 50% proviene dal padre e per il restante 50% dalla madre il criterio di valutazione nella determinazione della paternità si basa sulla ricerca nel figlio di alleli (forme alternative di un gene) che non essendo stati ereditati dalla madre devono essere stati trasmessi dal padre biologico.

Se non vi è alcuna compatibilità tra padre presunto e figlio si ha un’esclusione di paternità se invece vi è piena compatibilità, a seconda del numero di loci genici  analizzati (solitamente da 10 a 15), si eseguirà un calcolo biostatistico di paternità  al fine di valutare se la osservata compatibilità sia casuale oppure effettivamente dovuta a relazione biologica di paternità.

 

In casi complessi  quando per esempio non siano disponibili campioni di alcuni membri della famiglia, è possibile effettuare uno studio familiare dei diversi componenti della famiglia del presunto padre attraverso l’ausilio di specifici softwares.

 

 

 

QUANDO SI PUÒ EFFETTUARE IL TEST DI PATERNITÀ?

 

1) Test di paternità in gravidanza (prenatale)

 

Test di Paternità Prenatale Non invasivo (Test Informativo)
Il test innovativo si basa sull’analisi del DNA fetale che attraverso la placenta si immette in circolazione nel sangue materno sin dalle prime settimane di gestazione.
A partire dalla 9° settimana di gravidanza è sufficiente effettuare un prelievo di campione di sangue della madre e del presunto padre senza alcun rischio per il feto e la partoriente.
 

Test di Paternità Prenatale Invasivo

I test di paternità può essere effettuato anche prima della nascita del bambino, utilizzando cellule fetali ottenute con due distinte procedure: il prelievo di villi coriali (PVC o villocentesi) e il prelievo di cellule amniotiche (PCA o amniocentesi). 

PVC si effettua intorno alla 10-13 settimana di gestazione e comporta un prelievo di cellule della placenta.

L'amniocentesi invece si effettua generalmente dalla 15 alla 24 settimana di gestazione e comporta un prelievo di cellule fetali dal liquido amniotico.

In entrambi i casi  per effettuare il test sono anche necessari il prelievo di sangue/ aliva (tampone buccale) della madre e del padre presunto.

 

 

2) Il test di paternità dopo la nascita (Postnatale)

Il test di paternità dopo la nascita viene effettuato su padre/madre/figlio, utilizzando un campione di sangue  prelevato mediante comune puntura venosa.

In caso di rifiuto del prelievo di sangue, oppure su bambini, è possibile prelevare cellule della cavità orale strofinando l’estremità di  tampone sterile in cotone all’interno della mucosa di ciascuna guancia.                  

La procedura è solo minimamente invasiva, ottimamente tollerata ed assicura anch’essa quantità di DNA del tutto sufficienti per l'’esecuzione del test.Nei casi piu' complessi è possibile eseguire il test anche su frammenti tissutali, resti ossei, formazioni pilifere,preparati istologici, ecc.

 

3) Il test di paternità dopo la morte (Post-mortem)

Il test di paternità dopo la morte viene effettuato  su madre/figlio, utilizzando un campione di sangue  prelevato mediante comune puntura venosa nonchè resti cadaverici (tessuti/ossa/denti) prelevati nel corso dell'esumazione.

Tale accertamento viene eseguito generalmente nel corso di Cause Civili e/o Procedimenti Penali a seguitodi   disposizione dell' Autorità Giudiziaria.

 

 

QUALE TEST SCEGLIERE?

 

Test di Paternità/ Informativo

Il Test di Paternità informativo informa sulla presenza o meno di compatibilità o non compatibilità genetica tra  campioni biologici in esame.

Il Test informativo,infatti, viene eseguito su campioni salivari anonimi forniti dal cliente stesso provenienti dal figlio/a e dal presunto padre  oppure dal figlio/a e dal padre dalla madre.

L’esito viene fornito entro 5-7 giorni lavorativi.

Viene impiegata la medesima procedura e strumentazione utilizzata per eseguire il test legale, Il risultato prodotto ha solo valore informativo e non ha  valenza giuridica,visto che viene richiesta l'identità dei soggetti da cui provengono i campioni biologici.

Il prezzo del test di paternità,come sopra, comprende: l’invio, direttamente al recapito fornitoci dal richiedente, del kit per il prelievo del campione salivare nonché  l’esito scritto dell’accertamento.

 

Contattateci per richiedere

il kit per il prelievo

"Fai da te"

 

Test di Paternità Legale

Il Test di Paternità per uso legale  viene effettuato su sangue/saliva e tecnicamente è eseguito allo stesso modo del test informativo. L'unica differenza, affinchè possa avere validità giuridica, è che la raccolta dei campioni deve essere fatta acquisendo il consenso e l’identità delle persone che si sottopongono al test.

Per effettuare il test di paternità LEGALE, è necessario pertanto:

  • un documento per accertare l'identità degli individui che si sottopongono al test 

  • per il prelievo agli adulti, il consenso e la conoscenza della finalità del prelievo  

  • per il prelievo ai minori, l'autorizzazione di chi esercita  la patria potestà 

I risultati sono disponibili normalmente entro 10-15 giorni lavorativi.

Il prezzo del test di paternità comprende una dettagliata relazione tecnica comprensiva di elettroferogrammi ed analisi statistica dei risultati. 

Il risultato ottenuto ha valenza giuridica e p essere utilizzato per fini processuali, in azioni di riconoscimento/ disconoscimento di paternità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                   

contatore

 

                                                                          
Copyriht © 2006 NomeCompletoAzienda 

 

                                                                          
E' vietata la copia, riproduzione anche parziale o diffusione con qualsiasi mezzo del contenuto del sito